Come lavare un piumino?

Chi sono io
Joel Fulleda
@joelfulleda
Autore e riferimenti
Come lavare un piumino?



Le lavatrici di ultima generazione hanno un programma speciale per il lavaggio dei piumini, ma dovrai assicurarti che possa sostenere un carico di almeno 7 kg. Scopriamo quindi insieme come lavare un piumino, con o senza macchina, distinguendo chiaramente tra tutte le tipologie di piumini.



Piumino sintetico, piuma o cotone, in commercio ne esistono di diversi tipi. A seconda della composizione, dovrai effettuare il lavaggio in modo diverso. 

 

Come lavare un piumino sintetico?

Questi piumini sono realizzati in poliestere che permette una buona traspirazione mantenendo una temperatura costante. È qui soluzione ideale per chi è allergico alla piuma d'oca . Oltre ad avere il vantaggio di essere anallergici, sono anche leggere rispetto alle "vecchie" coperte di lana ma offrono comunque un buon calore.



Per fare la migliore scelta di piumini sintetici, ti consigliamo la boutique Couette Douillette, che offre una collezione completa di copripiumini floreali. 

Inoltre, aspetto da non sottovalutare, sono anche pratiche per il cambio del letto: il peso ridotto rende meno difficoltoso lo svolgimento di questo compito quotidiano.

 

Ma se sono sporchi, come lavare i piumini sintetici? 

Un piumino sintetico può essere lavato in acqua, se non diversamente specificato dal marchio. Leggi sempre l'etichetta per capire a che temperatura puoi lavarla e mettila in lavatrice, se ne hai una capiente.

L'alternativa è la vasca da bagno ma è una soluzione davvero faticosa, perché il piumino assorbirà l'acqua durante i lavaggi diventando molto pesante e difficile da risciacquare.

Ma se questa è l'unica soluzione, prendi un piccolo essiccatore e mettilo nella vasca. Stendi il piumino come se avesse bisogno di asciugarsi e lavalo con il soffione.

Se hai una buona pressione dell'acqua o una modalità "getto forte", sarà meglio. In questo modo eviterai di sforzare la schiena per sciacquare e sollevare il piumino e potrai anche far scorrere l'acqua direttamente nella vasca. Se il tuo piumino sintetico ha macchie ostinate, puoi farlo prelavare con bicarbonato di sodio.

 

Lavare un piumino in cotone e fibra naturale

    Sei un tipo eco-friendly e ami i tessuti naturali? Il piumino in fibra vegetale come cotone, canapa, kopar è il tipo che fa per te.

    Questi piumini hanno una qualità eccellente e non hanno nulla da invidiare a quelli in piuma: lo sono caldo e morbido, anche se il loro costo è decisamente elevato. Sono stati macchiati?



    Per non rovinarli, si consiglia di lavare a mano i piumini in fibra naturale .

    Segui questi passaggi: riempi la vasca con acqua tiepida, aggiungi il bicarbonato di sodio, immergi il piumino, assicurati che sia completamente coperto d'acqua e lascialo in ammollo per una notte.

    Il giorno successivo svuotare il serbatoio e riempirlo nuovamente di acqua senza aggiungere biocarbonato. Risciacquare fino a quando tutto il sapone non è sparito. Per l'asciugatura, non esporlo alla luce diretta del sole, per non danneggiare l'imbottitura. Se il piumino era particolarmente delicato e non avevi la vasca, portalo in lavanderia.

     

     

    Lavare un piumino matrimoniale: una soluzione componibile

    Vuoi una soluzione versatile ed economica? In commercio trovi anche piumini abbinati, uno leggero e uno medio, da abbinare per un super calore o da usare singolarmente variandolo in base alla temperatura stagionale. Questa soluzione offre l'ineguagliabile vantaggio di avere due prodotti con usi diversi a seconda della stagione e la tua percezione del freddo. Le istruzioni di lavaggio dipendono dall'imbottitura e devono essere sempre seguite per evitare spiacevoli sorprese. Avendo a disposizione 2 piumini, potrai cambiarli più spesso e anche lavarli sarà più facile.

     

    Come lavare un piumino con piume d'oca o d'anatra

      Ti piace avvolgerti in un caldo e dolce abbraccio? Allora un piumino in piuma d'oca fa per te. È una scelta "verde", ma puoi assicurarti che il tuo piumino provenga allevamenti certificati e che l'animale, destinato all'alimentazione, fu quindi privato delle piume solo dopo la prima fase della macellazione.



      Tra gli aspetti che potrebbero portarti a questa scelta, ce n'è uno molto importante: quando dormi, il piumino raccoglie in sé l'umidità emessa dal corpo e, al mattino, quando lo ari, la libera.

      Inoltre, ha il vantaggio di mantenere il letto ad una temperatura fissa e costante. Potrebbero essere state usate piume d'oca o d'anatra per realizzare la tua trapunta.La trapunta è un batuffolo di piume che provengono solo dal petto dell'oca.

      Un altro indice di qualità è l'origine degli animali: quelli che provengono da allevamenti dei paesi freddi, come la Siberia, l'Ungheria, la Polonia o il Canada, daranno un prodotto più prezioso e più dolce. La piuma va lavata e sterilizzata, garantendo un prodotto anallergico e antiacaro, quindi adatto anche a chi soffre di allergie.

      Se il piumino è macchiato, la soluzione più semplice sembra essere lavarlo a secco in tintoria, ma spesso questa operazione non solo non soddisfa pienamente le nostre aspettative, ma può anche costarti un sacco di soldi.

      La soluzione? I piumini in piuma d'oca possono essere lavati in lavatrice! Ecco come. Inserire la coperta solo in lavatrice, senza aggiungere altri elementi.

      Utilizza un detersivo adatto, senza candeggina, altrimenti rovinerai il rivestimento, quindi esegui il programma per capi delicati, con una temperatura massima di 30 gradi.

      Per eliminare tutto il sapone, programma almeno due cicli di risciacquo. Quindi gira il piumino almeno due o tre volte: in questo modo le piume non trattengono troppa acqua.

      Una volta terminato il lavaggio, adagiate il piumino su uno stendibiancheria, fatelo asciugare in un luogo fresco e asciutto, avendo cura di rigirarlo più volte al giorno, per evitare che le piume si accumulino da un lato solo. Se possiedi un asciugatricee, impostalo su livello minimo per non danneggiare il piumino. Una volta asciutto, agitatelo bene e riponetelo sul letto, oppure riponetelo in un'apposita scatola. Se la tua lavatrice non è abbastanza grande, lava semplicemente il piumino nella vasca, seguendo le stesse precauzioni dei piumini sintetici.

       

       

      Lavare un piumino

         È il piumino di altissima qualità e il più rispettoso del mondo animale. I fiocchi di edredone sono molto morbidi e coesi tra loro, quindi lo saranno le trapunte particolarmente caldo .

        I fiocchi non provengono da allevamenti, ma sono di origine selvatica. L'edredone è una grande anatra di mare, il maschio è bianco e nero, la femmina ha il piumaggio marrone. Quando sta per iniziare la cova, che si svolge sulle scogliere, la femmina allarga le penne del seno con il becco - sono più morbide e più mature - per riempire il nido e proteggere i piccoli dal freddo.

        Dopo l'apertura delle uova e lo svezzamento dei piccoli, i raccoglitori autorizzati prelevano i fiocchi lasciati nei nidi e spesso dispersi dal vento. Le scaglie, ciascuna del peso di un millesimo di grammo, vengono poi pulite e sterilizzate. Il lavaggio avviene a mano a freddo.

         

        Come distanziare i lavaggi del piumino?

        Se hai la piuma d'oca, non usare l'aspirapolvere che potrebbe rompere le piume.

        Respira il piumino ogni mattina , attendere almeno un quarto d'ora prima di rifare il letto: questo eliminerà l'umidità che ha assorbito durante la notte.

        È anche consigliabile cambiare posizione scuotendolo una volta, meglio due a settimana e lavando le coperte a intervalli regolari.

        A fine stagione, avvolgerlo in un asciugamano di cotone - non utilizzare sacchetti di plastica! - per proteggerlo dalla polvere, consentendo il naturale passaggio dell'aria e riporlo in pratiche scatole. Ti farà risparmiare spazio. Ricorda, tuttavia, che il pennino ha bisogno di ventilazione.

        Per quanto riguarda il piumino in fibra sintetica o naturale, puoi usare l'aspirapolvere per rimuovere ogni traccia di acari della polvere. In questo caso potete sicuramente conservarlo sottovuoto, utilizzando gli appositi sacchetti per questo utilizzo.

        Aggiungi un commento di Come lavare un piumino?
        Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.