Le streghe del 21° secolo scherzano e a loro piace

Chi sono io
Aina Prat
@ainaprat
Autore e riferimenti

lungo, le streghe erano associati cattivo brave donne la cui unica ambizione era di farlo ruiner la vita delle persone simpatiche con i loro poteri che ha servito il mal. Brutta e disgustosa o bella e desiderosa, la rappresentazione che abbiamo delle streghe proviene direttamente dall'eredità della caccia alle streghe, una strage che ha causato milioni di vittime dal XV al XVII secolo in Europa. Ma oggi, sempre più donne si definiscono streghe e, così facendo, si posizionano criticamente di fronte alla storia di a genocidio.




via GIPHY

Definirsi una strega nel XNUMX° secolo è di per sé un atto di protesta. Starhawk, strega ecofemminista californiana, ama le parole" magia "E" stregoneria perché queste sono parole che provocano disagio e parole che creano disagio provocano riflessione, cambiamento. Sempre più giovani donne femministe vedono nella strega una figura di ribellione femminile. Perché le streghe erano soprattutto donne di scienza, donne indipendenti e libere nella loro sessualità, ecco perché era meglio reprimerla.

Durante la caccia alle streghe, papa Innocenzo VIII commissionò il Malleus Maleficarum, scritto da Jacob Sprenger e Heinrich Kramer. In questo testo latino del 1487, la strega è posta come essenzialmente cattiva, che cammina su a scope magiche e vivo, recluso, ai margini del bosco. I suoi poteri le sono dati dal Diavolo stesso, con il quale ha rapporti sessuali. Curiosamente, si dice che le donne che usano il loro poteri magici perché il bene è più da temere delle donne che lo usano per il male. Barbara Ehrenreich e Deirdre English affermano che la caccia alle streghe è solo l'inizio di un lunga lotta tra i sessi in medicina, una lotta vinta dagli uomini con l'aiuto della Chiesa. Dopotutto, il Malleus Maleficarum afferma che i maghi non rappresentavano una minaccia.


via GIPHY

Ci sono persino teorie secondo cui la caccia alle streghe è in realtà una repressioneun movimento politico di sinistra guidato da donne, il che spiegherebbe perché abbiamo bruciato più di 400 donne in un solo giorno in una sola città (Tolosa). È il femminile pericoloso che deve essere schiacciato, a forza femminile che riecheggia la Dea delle società matriarcali. È un femminile da uccidere e torturare in un Rinascimento dove la conoscenza luminosa e razionale si fa solo scacciando la conoscenza inesplicabile, l'oscurità, il sesso che è donna.


Oggi, continuiamo a ritrarre le streghe come dei cattivi, che volano su manici di scopa come il Malleus Maleficarum, mostrando come questa guida all'individuazione delle streghe abbia ancora effetto secoli dopo. Prendendo il figura di strega, le donne sono quelle che riprendono la loro storia e sfidano le nostre concezioni del femminile erudito e ribelle. È anche ri-sacralizzare l'esperienza femminile.

Puoi essere una strega in molti modi, non devi necessariamente vedere l'aura e parlare con gli spiriti (anche se la possibilità c'è). Puoi essere una strega perché tu credi nella magia, auto con pneumatici au tarocco, perché vogliamo creare un gruppo ristretto di donne (una confraternita chiamata convento), perché lo siamo femminista, perché diciamo di essere l'erede di una lunga stirpe di donne forti, perché studiamo medicina e piante, perché non siamo soddisfatte di come ci viene presentato il mondo. Kristen J. Sollée propone che le donne, nel diventare femministe, a volte si trovino coinvolte nel fatto che la religione è maschile e ha a lungo ferito le donne, che la scienza moderna è il risultato di una modalità di apprensione maschile (che muta silenziosamente), che in infatti, bisogna decostruire come veri tutti i discorsi che vengono loro dati, il che lascia loro pochissimo spazio alla fede. Inserendo ilesoterismo (anche se non è preso abbastanza sul serio), o addirittura entrando nel neopaganesimo con wicca, i streghe millenarie possono creare una visione del mondo che è unicamente loro e che gli si addice. Starhawk dice che la magia è l'atto di cambiare il mondo, partendo dal cambiare te stesso e diventare più autentico con te stesso.



La caccia alle streghe declinò seguendo una nuova prospettiva adottata dalla Chiesa. Poiché la stregoneria era vietata, divenne molto popolare tra le donne nobili, in particolare, che ordinavano elisir. Abbiamo deciso di ridicolizzare le streghe, invece di presentarle come pericolose e, quindi, piene di poteri. Banalizzare non prendendo sul serio la loro esperienza o la loro conoscenza è la nuova propaganda cristiana dopo il Malleus Maleficarum. In inglese si dice ancora “racconti di vecchie mogli”, questo è il tono che usiamo: tutto questo è semplicemente incomprensibile. Le streghe sono invenzione, follia, spazzatura, o questo è ciò che amano farci credere. E se ci fosse un potenziale rivoluzionario proprio dove è più probabile che la ragione venga disturbata? Perché nonostante il ridicolo loro attribuito, storie di spiriti, viaggi astrali e doni circolano da secoli in tutte le famiglie, e sono sicuro che è così anche nella tua. Ne ridiamo, ne abbiamo paura. In ogni caso, possiamo dire che la strega è inquietante, dal momento che definirsi strega è ancora inquietante.

Quindi se ci vedi dentro Hermione Granger l'eroe che vuoi segretamente diventare o ammirare Sabrina l'apprendista strega, che le nuove rappresentazioni delle streghe ti parlano, più di quanto avresti pensato, forse anche tu desideri segretamente essere una strega. Se vuoi capovolgere le convenzioni, affrontare lo strano e rivalutare la storia silenziosa delle donne forti del passato, o anche solo ottenere il tuo kit da strega, sei già più magia di quanto tu possa pensare.


Ti piacerà anche

  • 7 regali per la tua amica “strega”.
  • Scopri 8 superstizioni legate ad Halloween
  • La magia di Harry Potter mette alla prova la scienza
Aggiungi un commento di Le streghe del 21° secolo scherzano e a loro piace
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.