Perché dormo sempre?

Chi sono io
Martí Micolau
@martimicolau
Autore e riferimenti
Perché dormo sempre?



 



L'eccessivo sonno diurno, lo scoraggiamento, la disattenzione e l'irritabilità sono sintomi di una scarsa routine del sonno. Ma lo sapevi che questi segni possono essere associati a varie malattie? Per assicurarti che non sia solo la stanchezza dovuta a una brutta notte di sonno, fai attenzione ad altri segni. Di solito, quando è malata, la persona si sente stanca e debole anche dopo una notte di riposo.

Quindi se stai già seguendo i nostri consigli per migliorare le tue notti di sonno, dedicarti all'attività fisica, evitare l'uso di cellulari e dispositivi elettronici prima di coricarti, mangiare cibi leggeri la sera, evitare sigarette e bevande alcoliche, usare il giusto cuscino, procurarti il ore di sonno richieste in base alla tua età, e anche allora l'impulso incontrollabile di dormire o fare un pisolino durante le situazioni e le attività quotidiane persiste, qualcosa è seriamente sbagliato. Non esitate a cercare un medico specialista e fare un check-up!



 

Perché dormo sempre: le diverse cause

 

Apnea del sonno

L'apnea notturna è uno dei principali disturbi del sonno. È caratterizzato da un'ostruzione delle vie aeree durante il sonno, cioè una diminuzione dell'ossigeno nei polmoni, che fa sì che la persona si svegli più volte durante la notte. Le persone con questa condizione soffrono di russamento, arresto respiratorio, risveglio con soffocamento e soffocamento notturno.

Spesso le persone non si accorgono nemmeno di questi problemi respiratori, ma si svegliano più volte, frammentando il sonno. E il risultato è un'eccessiva sonnolenza il giorno dopo!

In questi casi, si consiglia di rivolgersi a un medico specializzato in disturbi del sonno, che possa prescrivere un test chiamato polisonnografia.

 

Anemia

Mangi cibi ricchi di ferro, come carne rossa, fagioli, uova e barbabietole? Una mancanza di ferro nel sangue può anche portare a scoraggiamento e sonno eccessivo. Infatti, la bassa produzione di emoglobina genera debolezza e malessere.

Cerca di mangiare cibi ricchi di ferro e fai controlli di routine. Se hai questi sintomi, consulta un medico di famiglia o un ginecologo. Per identificare questa malattia, è necessario eseguire un esame del sangue chiamato emocromo.

 

Dépression

Secondo un sondaggio condotto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2017, il 5,8% della popolazione brasiliana soffriva di depressione. Questa percentuale rappresentava 11,5 milioni di persone.

Attualmente, la depressione colpisce un numero crescente di persone. Sebbene sia una malattia che colpisce la parte mentale della persona, finisce per colpire anche il corpo. È caratterizzato dal modo in cui l'individuo si sente negativo, oltre alla mancanza di umore, ansia, angoscia, stanchezza e sonnolenza.



Se sospetti i sintomi, cerca uno psichiatra per iniziare il trattamento più appropriato.

 

Malattie cardiache

Come la depressione, troppo sonno può essere collegato a malattie cardiache. L'aritmia o le arterie ostruite fanno sentire una persona esausta o addirittura stordita. Questo accade perché il cuore non ha la forza di pompare il sangue in tutta la tazza e quindi si verifica la sensazione di stanchezza e sonnolenza.

In questo caso, è necessario cercare un cardiologo per esami del sangue e un elettrocardiogramma.

 

ipotiroidismo

L'ipotiroidismo significa una ridotta produzione di ormoni tiroidei, responsabili dell'accelerazione del nostro metabolismo. La riduzione di questo ormone rallenta il nostro metabolismo e aumenta la sonnolenza.

Si consiglia di cercare un endocrinologo, che ordinerà test ormonali.

 

La fibromyalgie

La fibromialgia fa sì che la persona provi dolore frequente e, di conseguenza, ha difficoltà a concentrarsi e si stanca intensamente. Inoltre, c'è un aumento della sensibilità al dolore e le attività quotidiane possono essere influenzate, poiché anche dopo una notte di sonno persiste l'affaticamento.


Se noti i sintomi della fibromialgia, cerca un reumatologo che possa ordinare una serie di test per confermare davvero la condizione.

 

Narcolessia

La narcolessia è una malattia caratterizzata da eccessiva sonnolenza, anche se il sonno notturno è stato di buona qualità. In questi casi, la persona non riesce a rimanere concentrata e, nei periodi di punta del sonno, dorme ovunque, anche durante la guida.

Oltre all'eccessiva sonnolenza, altri sintomi di questo disturbo sono: paralisi del sonno, allucinazioni nella fase iniziale del sonno e cataplessia - improvvisa perdita di forza muscolare, senza perdita di coscienza. La narcolessia è causata da una carenza dell'ormone chiamato ipocretina, che regola il sonno. 


E tieni gli occhi aperti! Garantire un sonno di qualità è uno dei fattori principali per avere una buona qualità della vita.

Aggiungi un commento di Perché dormo sempre?
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.