La temperatura ideale per dormire: cosa devi sapere

Chi sono io
Martí Micolau
@martimicolau
Autore e riferimenti
La temperatura ideale per dormire: cosa devi sapere




 


Ci sono pochi giorni dell'anno in cui la temperatura ideale per dormire è naturalmente presente. In estate possiamo passare ore a girarci intorno come se cercassimo di trovare il posto più fresco a letto. In inverno, le lenzuola sembrano aver tenuto fuori il freddo in attesa del nostro arrivo di notte in modo che non abbiamo altra scelta che rotolare i nostri corpi con l'intenzione di mantenere il calore corporeo. Se condividiamo anche un letto, possiamo quasi garantire che non saremo d'accordo tra loro sulle caratteristiche perfette.

Una temperatura inadeguata interferisce con il sonno. Lo dimostra una ricerca condotta dal Tohoku Fukushi University Research Center in Giappone, che ha concluso che " l'ambiente termale è uno dei fattori più importanti del sonno". Temperature non idonee possono aumentare la veglia e diminuire il tempo delle diverse fasi del sonno.



Il dottor Ralph Downey, capo della medicina del sonno presso la Loma Linda University (USA), ha anche dichiarato al portale sanitario WebMD: "In una stanza scomodamente calda o fredda, è più facile svegliarsi". Ma qual è la temperatura ideale per dormire?

 

La temperatura ideale per dormire: stanza e corpo

La risposta a questa domanda sembra variare di qualche grado sul termometro. Alcuni esperti sostengono temperature più fresche. È il caso del dottor Michael Breus, psicologo specializzato in disturbi del sonno, che sostiene nel suo libro che il pezzo va compreso tra 15 e 18 gradi per un buon riposo. Altri, come il dottor Ralph Downey, affermano che la raccomandazione generale stabilisce come corretto un intervallo tra 18 e 22 ​​gradi.

Questa teoria include anche il dottor Eduard Estivill, direttore della clinica del sonno (Barcellona), il quale assicura che "c'è abbastanza consenso nella comunità medica per ritenere che il Gradi 22 è la temperatura ideale per dormire". Ovviamente, entrambi chiariscono che non deve essere per forza esatto. La realtà è che, sebbene cerchiamo di portare la nostra camera da letto a questo livello di perfezione, la temperatura ambiente non è l'unico fattore che influenza dormire.

Anche il nostro corpo gioca un ruolo importante. "La temperatura corporea segue un ritmo circadiano, questo significa che verso le 10:11 o le 36,7:XNUMX la nostra temperatura esterna aumenta di mezzo grado e rimane tale durante la notte. Possiamo rimanere svegli", spiega il dott. Estivill. La nostra pelle deve essere "intorno ai XNUMX gradi" per dormire bene.



 

 

Le donne perdono calore agli arti

La sensazione termica può anche cambiare a seconda del nostro sesso. "Il le donne perdono più calore degli uomini a causa di fattori come gli ormoni, le ridotte dimensioni corporee e un tasso metabolico più basso", spiega Óscar Sans, membro della Società spagnola del sonno (SES) e direttore medico dell'Istituto di medicina del sonno AdSalutem: "Hanno meno massa muscolare (che aiuta a generare caldo) e, inoltre, tendono a sentire più freddo durante il ciclo".

Tuttavia, le donne mantenere una migliore temperatura corporea. In altre parole, quello dentro il corpo. Senza specificare che “la causa di questa differenza fisiologica potrebbe essere dovuta a ragioni riproduttive, al fine di mantenere meglio il calore di un feto in via di sviluppo. In questo modo, quando la sensazione dell'ambiente diminuisce, il sistema circolatorio di una donna devia il sangue dalla sua pelle e dalle estremità verso il nucleo interno, lasciando le estremità più fresche".

A peggiorare le cose, la menopausa influisce anche sul sonno. "A causa di tutti i cambiamenti della temperatura corporea e del ciclo circadiano della temperatura", continua il dottor Sans, "si verificano vampate di calore, che rendono più difficile dormire".

 

I pigiami per bambini fanno la differenza

Né la percezione del freddo negli adulti è la stessa dei bambini. "Hanno una maggiore tolleranza per la temperatura esterna", afferma Estivill. "Si consiglia pertanto vivamente ai bambini di dormire in pigiama. Poiché si muovono molto di notte, è normale che siano coperti".



Per cercare di contrastare tutti questi fattori che ci impediscono di riposare e di avvicinarci il più possibile alla temperatura ideale per dormire, gli esperti hanno qualche consiglio.

 

 

I consigli degli esperti sulla temperatura ideale per dormire

 

  1. Avere abbastanza spazio

La cosa migliore che puoi fare per ottenere la temperatura perfetta per dormire è cercare di dare a tutti il ​​tuo spazio ed evitare il contatto umano quando ti addormenti o acquisti un letto più grande. Anche se non hai nemmeno bisogno di dormire sul bordo del letto. Una ricerca condotta dallo psicologo e professore dell'Università dell'Hertfordshire (Regno Unito) Richard Wiseman ha concluso che dormire uno vicino all'altro, oltre a dare calore, porta felicità: le coppie che dormono a meno di 2,5 centimetri di distanza sono più felici.

Pertanto, il modo migliore per evitare discussioni è, come afferma l'esperto SES, "concordare una temperatura ambiente a metà strada tra le diverse aspettative". E se non c'è accordo, la persona più calda può indossare un pigiama meno caldo o scegliere la parte più calda della stanza per dormire.

 

  1. Scegli il materasso giusto

Alcuni materiali emettono più calore di altri. La solidità del materasso, infatti, può essere determinante per trovare la temperatura ideale per il riposo. Lo spiega il sito SleepLikeTheDead, dedicato all'analisi e alla valutazione di materassi e guanciali in commercio: "Poiché una persona sprofonda un po' in un materasso morbido, illa quantità di aria che circola è minore e aumenta il calore. “Al contrario, dormendo su un materasso rigido, non affondiamo e percepiamo meglio l'aria.

E mentre può sembrare più scomodo, un sondaggio giapponese ha scoperto che i materassi gonfiabili aiutano anche a ridurre la temperatura corporea.

 

  1. Scegli con cura la composizione dei tuoi fogli

 Ci sono quasi tanti materiali ottimali quante sono le persone", afferma l'esperto SES. "La seta ti tiene caldo perché è un materiale isolante, che assorbe l'umidità e la evapora. . Il cotone ha una grande capacità di assorbire l'umidità dall'ambiente ed è un materiale morbido e confortevole. Le fibre cave sono filamenti traspiranti particolarmente pronti ad offrire una temperatura equilibrata durante il riposo notturno. La lana, invece, offre filamenti che impediscono lo scambio termico e mantengono una sensazione termica stabile. "

 

  1. Calzini si o calzini no

Infine, c'è chi non sopporta di andare a letto se non è scalzo e chi non riesce ad addormentarsi se non ha i calzini. Il motivo è nel nostro cervello. “Ci sono persone che hanno difficoltà a prendere sonno, e se chiedi loro se hanno i piedi freddi, dicono di sì. 

Proprio per questo sono state inventate le borse dell'acqua calda e altri gadget, spiega questo esperto: "Una volta che i piedi si sono riscaldati, il corpo non ne ha più bisogno ed è allora che le persone le tolgono dal piumone o semplicemente si tolgono i calzini" Secondo il National Sleep Foundation, quando i nostri piedi sono caldi, le vene si espandono e il calore si diffonde in tutto il corpo.

Aggiungi un commento di La temperatura ideale per dormire: cosa devi sapere
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.